5 Imperdibili Strumenti per Keyword Research

Alvise Canal » SEO Tools » 5 Imperdibili Strumenti per Keyword Research

La ricerca delle parole chiave è una delle fasi più importanti della SEO, dalla quale dipendono molte successive ottimizzazioni. Ecco perché è importante scegliere i giusti strumenti per keyword research ed essere capaci di analizzare e studiare le diverse chiavi.

da | Mar 6, 2018 | SEO Tools | 0 commenti

La fase di keyword research è una delle più importanti nella realizzazione di strategie per il posizionamento. Da questa dipenderà l’architettura del sito, il contenuto testuale delle pagine e tutto il blog aziendale e piano editoriale. Ecco perché è fondamentale conoscere i migliori strumenti per la Keyword Research e saperli usare correttamente.

Utilizzare un solo tool, per quanto ben realizzato, non è sufficiente a conoscere tutti i volumi di ricerca corretti e a conoscere tutte le diverse sfaccettature delle keyword e le varie chiavi correlate. Sarà quindi importante utilizzare più di uno strumento per lo studio, analisi e ricerca delle parole chiave e incrociare i dati per avere una media accurata.

Per nostra fortuna il web è pieno zeppo di strumenti che ci permettono di effettuare fruttuose attività di keywords researching. Di seguito vedremo soltanto i cinque tool che più utilizzo come consulente SEO e quelli che ritengo migliori.

SEOzoom

seozoom keyword research

Ritenerlo un tool per la keyword research è alquanto riduttivo, essendo SEOzoom la migliore suite SEO nel panorama italiano, eppure le sue funzioni in merito all’analisi delle parole chiave e della keyword research è una delle più complete in assoluto.

Un’intera sezione di SEOzoom è dedicata alla keyword researching, all’interno della quale troviamo 7 diversi strumenti che si collegano fra loro al fine di avere una pianificazione precisa e accurata.

Alcune fra le funzioni più utili sono:

  • Indaga settore
  • Interest Finder
  • Keyword Infinity
  • Keyword Search Intent

Il risultato delle key provenienti da questi dati potrà essere integrato nel tool Site Builder, che permette di creare l’architettura del sito e avere così un’idea precisa di come andrà realizzato il sito. Questo per la fase di analisi e studio.

Durante la produzione di articoli e contenuti, particolarmente utile soprattutto a copywriter, esiste un’altra utile funzione, ovvero quella dell’Assistente Editoriale, tool nel quale si può scrivere un articolo con suggerimento sulle key da utilizzare e consigli per l’ottimizzazione.

Keyword Planner di Google Adwords

keyword planner

Per quanto sia impossibile non citare questo strumento fra i tool di Keywords Researching, mi trovo a deprecarlo e a sconsigliartelo, favorendo invece altri tool, soprattutto se sei un neofita della SEO. Il tool offerto da Google viene infatti inserito fra le risorse gratuite eppure ogni giorno di più sta diventando un tool a pagamento. La grande utilità, fino a qualche mese fa, era che assieme ad una grande scelta di keyword collegate alla query ricercata venivano anche identificati i volumi precisi di ricerca mensili, che oggi invece sono mere medie, della serie 10-100, 100-1000 e così via.

Dopo vari test su diversi account ho potuto constatare che anche avviando mini campagne da pochi euro la media non viene resa più precisa ma si è per forza costretti ad utilizzare budget elevati prima di poter accedere alle reali statistiche.

Un altro grosso problema del Keyword Planner è che ha preso il brutto vizio di accorpare i volumi di ricerca per query simili e questo influisce notevolmente rendendo poco attendibili i volumi delle parole chiave. Ci si potrebbe così trovare ad investire su query che potrebbero non portare il traffico preventivato e si potrebbe verificare un abbassamento delle performance di annunci per determinate keyword.

Ubbersuggest

ubersuggest

Ubersuggest è uno degli strumenti SEO più recenti eppure più utile nella ricerca di parole chiave da utilizzare nei nostri contenuti. Semplicemente inserendo una determinata parola all’interno della ricerca Uber sarà in grado di stilare un lunghissimo elenco di keywords e query ad essa associate.

I grandi punti a favore di questo tool sono sicuramente il prezzo, visto che stiamo parlando di uno strumento assolutamente gratuito, e il fatto che offra un’ottima e preziosa alternativa al Keyword Planner di Google, mostrando centinaia di suggerimenti che nello strumento di Google non apparirebbero. Suggerisco inoltre di provare l’installazione di Keywords Everywhere, un’utile estensione per Chrome e Mozilla nel quale potremo tenere d’occhio volume di ricerca e CPC, il tutto sempre gratuitamente.

Ad accorgersi dell’ottima qualità dello strumento è stato Neil Patel, uno dei più grandi esperti di SEO che ha attualmente fagocitato lo strumento per la ricerca di parole chiave all’interno del suo sito ufficiale. Ubersuggest è valido anche come alleato nella ricerca delle Video keywords per la YouTube SEO.

Semrush

semrush

Serve davvero un’introduzione a Semrush, il miglior tool SEO esistente per analizzare e monitorare non solo le migliori keyword ma, soprattutto, il proprio sito e quello dei concorrenti? Sono certo che qualunque SEO expert e che la stragrande maggioranza dei neofiti già conoscano Semrush, per merito delle sue enormi potenzialità.

Questo strumento è fondamentale nella stesura di una strategia SEO perché ti permette di selezionare le migliori Keyword e di avere dati reali e monitorabili su moltissimi fattori. Puoi scoprire il volume di ricerca organica e a pagamento,  il CPC, il trend e, soprattutto, effettuare l’analisi della concorrenza con la quale ci si dovrà confrontare per posizionare quella keyword.

Semrush, però, è molto più di questo! E’ una risorsa indispensabile per ogni SEOexpert, una completa suite di strumenti di marketing online. Grazie ai tool di Semrush ti sarà possibile gestire anche le campagne di posizionamento più complesse, grazie ai dati di monitoraggio, a strumenti che ti permettono di migliorare il tuo sito o quello dei tuoi clienti, effettuare un position tracker, svolgere attività di SEO audit e molte altre cose.

Per comprendere meglio come gestire una campagna su Semrush per sfruttarne al meglio tutta la potenza, ti consiglio di dare una letta alla guida di SEMrush del Tagliarbe.

KeywordTool.io

keywordtool.io

Questo è probabilmente il SEO tool più semplice da utilizzare per la ricerca di parole chiave: ti basta scegliere la keyword di partenza e l’algoritmo del tool ti restituirà una lunga lista di long tail keyword da sfruttare per la tua strategia SEO.

La forza di questo semplice ed intuitivo tool consiste nella ricerca per lingue e, soprattutto, per piattaforma. Potrai infatti scegliere di ricercare keyword non solo per il posizionamento su Google, ma anche su YouTube, Bing e soprattutto Amazon e Ebay, due grossi e-commerce nei quali ogni giorno vengono fatte milioni di ricerche.

Questo tool permette così di scoprire le key da utilizzare nelle schede prodotto di Amazon e Ebay, così da migliorare il posizionamento interno al motore di ricerca dell’e-commerce.

Keywordtool.io è possibile utilizzarlo sia in versione gratuita che in una versione pro a pagamento che trovi a partire da $48. Strumento perfetto soprattutto la ricerca di long tail keyword.

E tu quale usi?

Questi cinque erano i miei personali strumenti per keyword research preferiti, ma sul Web se ne trovano un’immensità. Answerthepublic.com, ad esempio, è un altro ottimo strumento. E tu quali utilizzi?

[Voti: 9    Media Voto: 5/5]
  • 17
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    17
    Shares